«E’ un tempo di silenzio forzato. Ma anche di riflessione e meditazione. Il silenzio è verità. Questo silenzio del sabato santo diventa come l’aurora che apre alla risurrezione del Signore – così si è espresso fra Emiliano Antenucci del convento di Guardiagrele, durante la diretta che anche oggi ha preceduto la preghiera della lodi».

«Il sabato santo non è un giorno inutile. Dopo la morte di Cristo e prima della sua risurrezione, in una giornata in cui il cielo, la terra e il cuore dell’uomo fanno silenzio, per poi accogliere la luce della risurrezione del Signore».