Visita alla Sindone dei senzatetto: il regalo del Papa

Sarà una giornata che non scorderanno quella di domani, giovedì 4 giugno, i 50 senzatetto e malati che entreranno nel Duomo di Torino per far visita alla Sacra Sindone. Un regalo molto speciale per loro, infatti, fattogli direttamene da Papa Francesco che ha voluto contribuire personalmente al viaggio. Il gruppo, che durante tutto l’anno riceve assistenza presso la parrocchia di Santa Lucia a Roma, è abbastanza eterogeneo, si tratta di persone provenienti da diversi Paesi e di diverse religioni: cattolici, ortodossi e anche alcuni non cristiani. I pellegrini raggiungeranno il capoluogo piemontese, in pullman, nella giornata di oggi, e domani mattina inizieranno la loro visita. Ad accompagnarli, 8 volontari, oltre al parroco di Santa Lucia, don Antonio Nicolai e al viceparroco don Pablo Castiglia. «Il viaggio – ha dichiarato don Antonio – è stato offerto ai nostri fratelli indigenti da Papa Francesco che, venuto a conoscenza del pellegrinaggio, ha voluto donare un contributo per queste persone che vivono nella precarietà con la convinzione che, come la Sindone, rappresentano il Volto sofferente del Signore Gesù». «Il clima non è quello di una semplice “gita” – ha spiegato il viceparroco – ma di un vero pellegrinaggio. Si avverte l’idea di camminare insieme verso un punto comune. Per noi questo punto è Cristo, ma naturalmente ciascuno darà al viaggio un valore personale, anche a seconda della sua appartenenza religiosa». Un’occasione davvero unica, dunque, per gli ospiti della parrocchia di Santa Lucia, che nei giorni scorsi si sono preparati a questo viaggio attraverso momenti di incontro e di approfondimento e che quotidianamente vengono aiutati attraverso una mensa della Caritas, un ambulatorio medico e un centro di distribuzione vestiti.