A Taranto, a ridosso del quartiere Tamburi, c’è un ristorante sociale che unisce le storie e le vite di detenuti, migranti e ragazzi che vivono nei quartieri difficili della città. Una realtà nata grazie alla tenacia di un sacerdote, don Francesco Mitidieri e di coloro che ogni giorno con entusiasmo, passione e tanto lavoro, continuano a crederci.

Il reportage, “Storia del Ristorante Art.21” si è classificato secondo, per la categoria video, al Premio giornalistico “Giuseppe De Carli” con la seguente motivazione: “Un esempio di giornalismo di servizio, capace di raccontare le persone e le loro storie con umanità ed efficacia, senza pregiudizi né sensazionalismo, non rinunciando alla originalità e a un obiettivo primario: quello di informare, di far conoscere la storia di questi ex detenuti, impegnati in un percorso di formazione lavorativa e di integrazione nella società. Dimostrazione che anche una storia “locale” può portare un messaggio universale di speranza, ovvero che è possibile rialzarsi dopo ogni caduta, scrollarsi di dosso ogni errore e riprendere un cammino nuovo verso il futuro”.