L’annuncio durante il XXXI Convegno Nazionale dei Gruppi di Preghiera

Il registro dell’obbedienza e dell’ossequio è stata questa l’iniziativa di Padre Franco Moscone, Direttore Generale dei Gruppi di Preghiera e del Centro Internazionale dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio da Pietrelcina lanciata al XXXI Convengno Nazionale.

L’evento è stato trasmesso in diretta streaming in diretta Facebook sulla Pagina di Padre Pio Tv. Novità apprezzata da tanti follower che impossibilitati di raggiungere la cittadina ganranica hanno potuto seguire gran parte dell’evento, tra interventi e celebrazioni. L’annuncio di Padre Franco ha avuto subito un eco importante tra gli appartenenti ai gruppi di preghiera. Ecco la diretta Facebook

XXXI Convegno Nazionale dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio

#direttafacebook da #CasaSollievodellaSofferenzaConvegno Nazionale dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio

Pubblicato da Padre Pio TV su Sabato 6 luglio 2019

“Sappiamo quanto Padre Pio fosse legato alla fedeltà e l’obbedienza al Papa – ha detto Padre Franco arcivescovo di Manfredonia Vieste e San Giovanni Rotondo. Abbiamo pensato di proporre una sottoscrizione che dimostra obbedienza e rispetto in questo momento a Papa Francesco. Papa Francesco, ogni giorno, ci chiede sempre di pregare per lui e noi come Gruppi di Preghiera avendo la preghiera come prima attività non ce ne dobbiamo dimenticare e glielo garantiamo. La nostra preghiera è autentica e vera e vi aderiamo con animo e cuore. In questo momento in cui la Chiesa vive situazioni di frattura o di rischio di frattura, di disagio, di tensioni dove il papa è al centro di queste tensioni vogliamo essere con lui e dirglielo”.

Il registro, che rappresenta un solenne impegno di obbedienza e ossequio – ha annunciato l’arcivescovo – sarà sottoscritto, anche da coloro che non sono presenti al convegno e sarà consegnato nei prossimi mesi al Santo Padre.

Si legge nella prima pagina del Registro che “Padre Franco Moscone arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, direttore generale del Centro Internazionale dei Gruppi di Preghiera, insieme ai Gruppi di Preghiera di Padre Pio di tutto il mondo in questo anno dedicato alla missionarietà e all’evangelizzazione desiderano benedire la santissima Trinità che attraverso l’effusione dello Spirito Santo continua le sue sante operazioni per il bene di tutto il popolo di Dio. In piena comunione con il Santo Padre Papa Francesco ci professiamo una comunità di fratelli e sorelle che camminano verso la Pasqua eterna, la alimentiamo ogni giorno nell’Eucarestia e la viviamo attraverso la Parola, i sacramenti e la comunione nella carità. Ringraziamo insieme il Signore per aver posto Papa Francesco a guida della sua Chiesa, in lui veneriamo il Pastore che in nome di Cristo guida il suo gregge. Vogliamo tutti rinnovargli la propria obbedienza e sottomissione. Nel rispettoso ossequio della sua persona vogliamo oggi impegnarci a comprendere e sostenere le sue scelte profetiche in favore dei più poveri, il suo amore per la vita e per la famiglia la sua capacità di ascolto e di dialogo con tutti. La Vergine Maria e San Pio da Pietrelcina gli siano compagni e sostegno in quelle scelte che farà nel bene della Chiesa e di conforto per le tante incomprensioni che spesso subisce a causa del vangelo”.

Dal 5 al 7 luglio 2019 a San Giovanni Rotondo si è tenuto l’annuale incontro nazionale dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio, quest’anno giunto alla sua trentunesima edizione. Il tema “Le operazioni dello Spirito Santo” è stato tratto da una lettera che Padre Pio scrisse nel 1915 a Raffaelina Cerase: «vivete tranquilla, ché la divina pietà non mancherà e molto meno mancherà con voi, se vi addimostrerete docile alle sue divine operazioni».