Un SMS può salvare una vita

Dal al 28° febbraio gli SMS solidali contro la Distrofia Muscolare di Duchenne. Inviando un messaggio al 48589, si dona un euro alla Campagna “Anche il cuore è un muscolo”. Obiettivo dell’iniziativa è diffondere la conoscenza acquisita a livello mondiale su questa grave malattia genetica, sensibilizzare l’opinione pubblica sulle diverse problematiche che ne derivano e raccogliere fondi per trovare una cura per oltre 5000 ragazzi. Ai microfoni di Radio Padre Pio abbiamo ospitato Filippo Buccella, presidente dell’Associazione Parent Project onlus.

 

Da anni ci battiamo per garantire ai nostri figli un futuro perché non è possibile veder morire tanti ragazzi che potrebbero essere salvati dalle conoscenze di cui oggi disponiamo. – Ha denunciato Filippo Buccella, presidente Parent Project – Nel migliori dei casi, un intervento di tracheotomia, ha come conseguenza la dipendenza dalla ventilazione invasiva; è causa della definitiva interruzione della fonia, che rende possibile parlare in modo comprensibile. Con il passare del tempo, inoltre, si rende indispensabile la nutrizione tramite sondino endo-gastrico. In questi ultimi dieci anni è stato possibile raddoppiare le aspettative di vita dei nostri figli che oggi sono degli adulti con la volontà di vivere una vita indipendente che diventa impossibile.

 

Questa la denuncia del Parent Project ONLUS lanciata in occasione della Campagna d’informazione. “Anche il cuore è un muscolo” organizzata dal 7 al 14 febbraio 2006 per la Settimana Mondiale contro la Distrofia Muscolare Duchenne e Becker, una malattia genetica rara e la più grave tra le distrofie muscolari, che colpisce 1 su 3.500 maschi nati vivi e genera la progressiva degenerazione dei muscoli.

 

Per tutto il mese di febbraio – conclude Filippo Buccellaè possibile contribuire anche con un 1 euro alla lotta contro la distrofia muscolare inviando uno o più SMS al numero 48589 dai gestori di telefonia mobile Tim, Vodafone, Wind e 3 che hanno aderito alla Campagna Sociale “Anche il cuore è un muscolo”. Molti personaggi famosi del mondo del cinema, della televisione e dello sport hanno prestato la propria immagine per sostenere i genitori del Parent Project. Dal 7 al 14 febbraio 2006 con la “Campagna di San Valentino”, verranno presentati vari eventi su tutto il territorio nazionale: incontri scientifici, spettacoli teatrali, raccolte fondi, banchetti informativi, gare sportive e iniziative di solidarietà che coinvolgeranno migliaia di persone e dove sarà possibile incontrare Roberta Capua, Alessandra Canale, Pierfrancesco Favino e tanti altri personaggi i quali regaleranno la “T-shirt del cuore” a tutti coloro che effettueranno una donazione.

Per info: www.parentproject.org