Un Rosario di Pace (06/10703 12:08)

Un anno fa, il 16 ottobre 2002, l’icona della Vergine del Rosario di Pompei era in piazza San Pietro e sotto il suo sguardo materno, Giovanni Paolo II firmò la lettera apostolica Rosarium Virginis Mariae, con la quale indisse l’Anno del Rosario e introdusse i nuovi Misteri della Luce.

Al termini di questi 12 mesi vissuti all’insegna di questa profonda devozione mariana, il Papa non ha voluto rinunciare a ricambiare la visita, confermando la volontà di recarsi a Pompei in occasione della Supplica del 7 ottobre, nonostante le recenti indisposizioni fisiche.

Come ha ricordato in più occasioni il Sommo Pontefice – ha dichiarato Mons.Baldassarre Cuomo,rettore del Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario, ai microfoni di Tele Radio Padre Pio – lo scopo del suo pellegrinaggio al Santuario di Pompei è quello di ringraziare Dio della grande opera di santificazione dei cuori che interrottamente compie grazie a questa meravigliosa preghiera.

Il nostro cuore si è colmato d’indicibile gioia alla notizia che il Papa tornerà al Santuario di Pompei – continua Mons. Cuomo – e finalmente il suo desiderio ora sta per realizzarsi.

Ed ecco l’iniziativa inedita: durante la visita del Papa, nel teatro Di Costanzo-Mattiello dell’Istituto Bartolo Longo, verrà rappresentata in veste originale una delle commedie scritte da Giovanni Paolo II: La bottega dell’orafo.
Un omaggio della Regione Campania, voluto dall’assessore Teresa Armato. Gli interpreti principali saranno Massimo Sonetti e Flavio Albanese, quest’ultimo curerà anche la regia. Dopo 24 anni, dunque, Papa Giovanni Paolo II ritornerà a baciare la terra della città del Santuario.

Il desiderio di voler rivedere Pompei, il Santo Padre lo manifestò nel maggio dello scorso anno, quando, con il suo elicottero, sorvolò i cieli della città di Bartolo Longo per raggiungere Ischia. Da quel giorno c’è stato un susseguirsi di incontri, date confermate e poi rinviate.
Ora finalmente la conferma che il viaggio ci sarà.

L’arrivo del Santo Padre è prevista alle ore 9,00 presso gli Scavi Archeologici di Pompei dove sarà ad accoglierlo:Mons.Domenico Sorrentino, Arcivescovo Delegato Pontificio di Pompei e il Card. Michele Giordano, Arcivescovo di Napoli e tutte le autorità civili e religiose. Proseguirà, a bordo dell’auto panoramica, per raggiungere Piazza Bartolo Longo, dove è stato allestito davanti al Santuario della Beata Vergine del Rosario il palco. Alle ore 10.30 è in programma la celebrazione del Rosario per la Pace nel mondo, presieduta dal Santo Padre, che prevede il saluto di Mons. Sorrentino, la meditazione dei misteri del Rosario, il discorso del Santo Padre, la Supplica alla Beata Vergine Maria e la Benedizione Apostolica”.