Torna “Chiedi a Noi”, Padre Pio Tv a tutela dei cittadini

Nuovo format per il programma settimanale di approfondimento sui diritti e doveri

Dal prossimo mese di settembre torneremo con una veste più ampia e ricca di contenuti grazie alla presenza di professionisti operanti in diversi ambiti del diritto e dell’assistenza fiscale.
Proseguirà il suo impegno per il diritto sanitario l’avv. Giuseppe Placentino, presidente dell’associazione Difesa Salute, che già da alcuni anni ha messo a disposizione dei telespettatori di Padre Pio Tv le sue competenze risolvendo delicati casi che hanno avuto rilevanza nazionale, come ad esempio, il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento per i pazienti “stomizzati” (coloro che hanno subito un intervento chirurgico alla parete addominale per permettere funzioni fisiologiche altrimenti compromesse). Prima dell’importante battaglia giudiziaria dell’avv. Placentino, partita grazie alla segnalazione di un cittadino che si è rivolto alla nostra emittente, alle persone con questo problema non veniva riconosciuta, dalle Commissioni Invalidi Civili integrate ASL-INPS, la prestazione assistenziale.
Confermata anche la presenza dell’avv. Floriana Natale, specializzata in diritto di famiglia e minorile, che tratterà il delicato ambito del bullismo, triste fenomeno sempre più in crescita nelle scuole e non solo, fornendo la sua assistenza, e quella della Camera Minorile di Capitanata, ai genitori, agli insegnanti e agli stessi ragazzi interessati.
Gradita conferma anche per il dottor Massimiliano Casto, tributarista e consulente del lavoro, che ci terrà costantemente informati sulle principali scadenze fiscali e risponderà a tutti i quesiti di carattere economico.
Novità di quest’anno saranno l’ambito del diritto immobiliare che sarà trattato dall’avv. Michele Zonno e quello del diritto alla privacy che sarà curato dall’avv. Giovanni Fausto Piscitelli. Una importante collaborazione è arrivata anche dall’Agenzia delle Entrate che ha aderito al nostro format televisivo mettendo a disposizione alcune finestre informative curate da propri funzionari.
Da quest’anno, inoltre, sarà offerta ai telespettatori la possibilità di inviare le domande agli esperti anche registrando brevi video sul proprio cellulare e condividendoli tramite WhatsApp al numero 342/8154265 o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica dedicato [email protected]