San Francesco e i malati di lebbra

In occasione dell’VIII Centenario della Conversione di San Francesco, l’Istituto Teologico di Assisi organizza, in collaborazione con l’Istituto Internazionale di Teologia Pastorale Sanitaria “Camillianum” e l’AIFO (Associazione italiana amici di Raoul Follereau), il convegno di studio “E usai con essi misericordia – San Francesco e il servizio ai malati di lebbra”, questo il tema scelto per il convegno in programma ad Assisi l’1 e 2 marzo dedicato alla sua figura di San Francesco e del suo servizio ai malati di lebbra.


L’Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau nasce, nel 1961, dall’azione di gruppi spontanei di volontari mobilitatisi nella lotta contro la lebbra e contro tutte le lebbre, cioè contro le forme più estreme di ingiustizia ed emarginazione.
Conserva la sua dimensione popolare attraverso la presenza di decine di gruppi in tutta Italia e centinaia di volontari, operando in 25 paesi del mondo.


Durante il primo incontro ad Assisi presso la Sala Romanica del Sacro Convento, si prenderanno in analisi le problematiche della lebbra e dei lebbrosi nel Medioevo e ad Assisi e la centralità del servizio ai lebbrosi nella vita di San Francesco e dei francescani.


La giornata del 2 marzo a Rivotorto, presso la Sala parrocchiale “Benedetto XVI”, sarà invece dedicata alle testimonianze sull’attività svolta dall’AIFO dal 1961, con particolare attenzione all’intervento in India. Tra i relatori, don Mario Sensi, docente di storia medioevale all’Istituto teologico di Assisi, e il cappuccino fra Pietro Maranesi.