Riscoprire l’antico significato del pellegrinaggio

Accompagnare il pellegrino, lungo gli “Itinerari dello spirito”, con competenza e adeguata assistenza organizzativa e religiosa. Questo è l’impegno quotidiano dell’Opera Romana Pellegrinaggi, attività del vicariato di Roma, organo della Santa Sede e dell’Opera Pellegrinaggi del Gargano, fiore all’occhiello in Puglia per l’organizzazione e la promozione del turismo religioso.
Nel corso di un incontro, svoltosi venerdì 6 giugno nella suggestiva cornice del Castello di Manfredonia, sono stati resi noti i dettagli di un accordo siglato nei mesi scorsi tra le due organizzazioni e che permetterà, in particolare ai fedeli pugliesi e del Sud Italia, di raggiungere mete di pellegrinaggio mondiale, dalla Terra Santa ai principali santuari, Lourdes, Fatima, Czestochowa, attraverso voli diretti da Bari e Brindisi.
All’evento di presentazione hanno preso parte l’amministratore delegato dell’Opera Romana Pellegrinaggi, padre Cesare Atuire, l’Arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo e delegato della Santa Sede per il Santuario e le Opere di San Pio, S.Ecc. Mons. Domenico D’Ambrosio e l’amministratore unico dell’Opera Pellegrinaggi del Gargano, Giovanni Savino.
“Accordi come questo rientrano nell’ottica del rilancio dell’Opera Romana Pellegrinaggi iniziato circa un anno fa – ha spiegato durante l’incontro Padre Cesare Atuire – ci proponiamo il raggiungimento di uno standard di servizio per i pellegrini, affinché i viaggi di fede diventino esperienze capillari sul territorio”.
Grande soddisfazione per l’accordo è stata espressa da Giovanni Savino, amministratore unico dell’Opera Pellegrinaggi del Gargano.
Tutto questo senza dimenticare l’aspetto principale del pellegrinaggio, attraverso il quale l’uomo cerca di soddisfare il suo bisogno di spiritualità, di silenzio, di raccoglimento, di Dio, come ha spiegato Mons. D’Ambrosio.