Il Laboratorio Don Bosco Oggi, nel proseguimento della sua opera di educazione, cultura, pastorale, perseguendo gli insegnamenti di San Giovanni Bosco ed in piena comunione con il progetto educativo-pastorale dell’Istituto Salesiano Redentore di Bari, organizza una serie di appuntamenti nel contesto di un’ “Agorà Sociale”.

L’Agorà vuole rispondere ai più grandi interrogativi della società, con l’intento è di promuovere un percorso culturale che incoraggi il confronto e la discussione dei cittadini nella costruzione non solo fisica della piazza ma specialmente sociale, educativa e culturale.

“L’Agorà – spiega il direttore dell’Istituto salesiano Redentore, don Francesco Preite – fin dall’Antica Grecia era luogo di incontro e di socialità per la polis. Era un fattore culturale sociale fondamentale per la crescita della società. Non è questione di spazio ma di tempo. Ci vuole tempo per imparare a vivere, ci vuole tempo per amare, ci vuole tempo per educare”.

“Il percorso culturale dell’Agorà sociale – racconta il presidente dell’APS “Laboratorio don Bosco oggi”, don Giuseppe Ruppi –  indica la formazione di tipo popolare ed assembleare che assume il significato sociale e politico proprio della dottrina sociale della Chiesa. Dialogare insieme per suscitare vocazioni e rispondere alle sfide della società odierna nel campo sociale, educativo e politico”.

Il percorso prevede cinque incontri sulle tematiche di lavoro, giovani, Chiesa, quartiere libertà, inclusione sociale, mafia, legalità, prevenzione, educazione, repressione, politica.

Il primo appuntamento si terrà stasera: l’arcivescovo di Taranto e Presidente del comitato Settimane Sociali dei Cattolici Italiani, mons. Filippo Santoro, relazionerà sul tema “Chiesa, lavoro, giovani”.

Questo il calendario degli eventi: