Padre Pio pregò per evitare la deportazione di Pio XII (25/04/03 12:35)

Padre Pio pregò per evitare la deportazione di Papa Pio XII. Lo ha rivelato, in un’intervista a Tele Radio Padre Pio, Fortunata Morcaldi, figlia del cav. Francesco Morcaldi, per molti anni podestà e sindaco di San Giovanni Rotondo. Riferendo un racconto di suo padre, Fortunata Morcaldi ha riferito che una mattina il cav. Morcaldi si recò a far visita a Padre Pio e lo trovò assorto in preghiera nel coro della chiesa antica. Erano gli anni della guerra. Il cav. Morcaldi cercò di non fare rumore per non disturbare la preghiera, ma urtò col piede uno dei banchi. Incurante del dolore chiese scusa a Padre Pio per il chiasso fatto, ma si sentì rispondere: “Ciccì, se volene purtà lu Pap (Francesco, vogliono portar via il Papa)”. Poi il Frate si immerse nuovamente nella preghiera. Ma dopo un altro po’ di tempo si girò nuovamente verso l’ospite e gli disse: “Ciccì, nun se lu portn chiù lu Pap (Francesco, non se lo portano più il Papa)”. Solo successivamente il cav. Morcaldi seppe che in quel preciso istante, in una stanza dei Palazzi Apostolici, un generale tedesco passeggiava nervosamente, in attesa di eseguire l’ordine di deportare Pio XII in Germania. Ad un certo punto l’alto ufficiale diede un colpo del suo frustino su uno stivale e disse ai suoi sottoposti: “andiamo via”, rinunciando misteriosamente a eseguire l’ordine ricevuto.