La Madonna delle Grazie nella vita di Padre Pio

Per cinquantadue anni Padre Pio da Pietrelcina visse accanto ad un santuario mariano dedicato alla Madonna delle Grazie. Era la “Madonna di ogni giorno“.

Proprio per questo un giorno ad un suo confratello il frate delle stimmate disse che “Maria Santissima delle Grazie è la Regina alla quale ogni giorno e più volte al giorno manifestiamo il nostro amore e alla quale chiediamo assistenza materna”.

Per diversi motivi fu impossibilitato a pellegrinare in diversi santuari mariani. Fu proprio dinanzi a questa immagine miracolosa che il cappuccino di Pietrelcina visse dei momenti significativi della sua vita. In questa piccola chiesa cento anni fa ricevette le stimmate. In questo luogo, dinanzi all’immagine della Madonna delle Grazie aiutò tante anime a tornare a Dio.

Domenica 20 luglio 1913, fr. Pio era a Pietrelcina e dopo aver celebrato la Santa Messa, nella stessa chiesa parrocchiale ebbe una visione. E’ proprio lui che lo raccontò al suo padre spirituale: “venni trasportato da una forza superiore in una spaziosissima stanza tutta folgoreggiante di luce vivissima. Su di un alto trono tempestato di gemme vidi assisa una signora di rara bellezza, quest’era la Vergine santissima, avendo in grembo il bambino, il quale aveva un atteggiamento maestoso, un volto splendido e luminoso più del sole. Intorno una gran moltitudine di angioli sotto forme assai risplendenti”. Era la Madonna delle Grazie.

La stessa Madonna, vista da Padre Pio nella visione del 1913, con il Bambino in grembo e circondata dagli angeli, è stata riprodotta nel mosaico di 120 metri che domina la nuova chiesa dedicata alla Madonna delle Grazie e consacrata nel 1959.

Il primo ed il due luglio 1959 vi furono a San Giovanni Rotondo due grandi eventi: la dedicazione della nuova Chiesa e l’incoronazione della Madonna delle Grazie. Il grande assente fu proprio Padre Pio. Era ricoverato nella Casa Sollievo per estrema debolezza. La notte del 2 luglio la passò in ospedale per volontà dei medici.

Il primo luglio l’allora vescovo di Foggia, Mons. Paolo Carta, consacrò la Chiesa. Il 2 luglio, il cardinale Federico Tedeschini, incoronò l’immagine della Madonna, dipinta su tela, esposta sull’altare maggiore della chiesetta.

Nel pomeriggio il cardinale si recò nella Casa Sollievo per salutare Padre Pio.

In questa foto della rivista Casa Sollievo della Sofferenza, si nota Padre Pio nell’atto di inginocchiarsi dinanzi al cardinale, ma un attimo dopo, lo stesso Tedeschini, lo rialzerà e lo attirerà sul suo petto, in un abbraccio fraterno.

Non sapremo mai con esattezza quanti Rosari avrà recitato Padre Pio dinanzi a questa sacra immagine tanto amata. Quante grazie “strappate” a Maria. Ad un suo figlio spirituale con tono accorato gli ricordo che “con questa – tenendo tra le mani la corona del Rosariosi vincono le battaglie“.

Riproduzione Riservata