È morto a San Giovanni Rotondo mons. Juan Rodolfo Laise

È morto oggi pomeriggio, in seguito a una malattia ematologica irreversibile, nella sua stanza dell’infermeria provinciale dei frati minori cappuccini, annessa al convento di San Giovanni rotondo mons. Juan Rodolfo Laise, vescovo emerito della diocesi argentina di San Luis.

Nato il 22 febbraio 1926 a Buenos Aires, dopo aver emesso la professione religiose nell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, è stato ordinato presbitero il 4 settembre 1949. Il 5 aprile 1971 è stato nominato coadiutore del vescovo di San Luis, mons. Carlos María Cafferata, ed eletto alla sede titolare di Giomnio, ricevendo l’ordinazione episcopale il successivo 29 maggio. È succeduto nel governo pastorale della diocesi il 6 luglio 1971, dimettendosi il 6 giugno 2001 per raggiunti limiti di età.

Terminato il suo ministero episcopale, mons. Laise ha chiesto di potersi mettere al servizio del Santuario di San Giovanni Rotondo come confessore di lingua spagnola e di lingua italiana e ha svolto questo servizio fino a pochi mesi fa, quando le sue condizioni di salute sono peggiorate, aggravandosi sempre di più, nonostante le cure ricevute nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza e nell’infermeria provinciale dei suoi confratelli cappuccini.

I funerali si svolgeranno domani pomeriggio, alle ore 16,30, nel santuario di Santa Maria delle Grazie, e saranno presieduti da padre Franco Moscone, arcivescovo di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, presidente di Casa Sollievo della Sofferenza e direttore generale dei Gruppi di preghiera di Padre Pio.

San Giovanni Rotondo, 22 luglio 2019