Nel settimo giorno della Peregrinatio della Madonnina di Fatima nel Santuario di Santa Maria delle Grazie,  nel giorno in cui la Chiesa fa memoria della Presentazione della Beata Vergine Maria, la Celebrazione Eucaristica è stata presieduta dal fr. Maurizio Placentino OFM Cap., ministro della Provincia religiosa cappuccina di Sant’Angelo e Padre Pio.

fr. Maurizio Placentino OFM Cap. ministro provinciale

Memoria mariana di origine devozionale, si collega a una pia tradizione attestata dal protovangelo di Giacomo. La celebrazione liturgica, che risale al secolo VI in Oriente e al secolo XIV in Occidente, dà risalto alla prima donazione totale che Maria fece di sé, divenendo modello di ogni anima che si consacra al Signore. (Mess. Rom.)

Durante l’omelia il ministro provinciale ha richiamato l’attenzione dei fedeli con una domanda: “Qual’è il desiderio di Dio? Abitare nel cuore dell’uomo, stare nella storia dell’umanità ed in Maria questo si è verificato in maniera unica, in maniera eccelsa, anche fisicamente: Maria diventa il Tempio di Dio. Dio ancora oggi abita in mezzo a noi, abita nella sua Chiesa”. Dio ha creato Maria, ha continuato fr. Maurizio “l’ha preservata, l’ha resa sua casa, le ha affidato la Chiesa. Maria canta quello che Dio ha fatto per Lei”. Infine l’esortazione del ministro: “come Maria siamo invitati a meditare e conservare nel nostro cuore la Parola di Dio perché possa portare frutto, perché possa educare la nostra libertà e renderla un dono per Dio”