I frati di San Giovanni Rotondo idealmente uniti a Papa Francesco il 25 marzo

Anche i frati cappuccini di San Giovanni Rotondo si uniranno a Papa Francesco nel seguire, a distanza e insieme ai fedeli riuniti nel Santuario di Santa Maria delle Grazie, la Celebrazione della Penitenza, che si svolgerà domani, 25 marzo, nella Basilica vaticana di San Pietro alle 17, nell’ambito della quale il Santo Padre compirà «un solenne Atto di consacrazione dell’umanità, in modo particolare della Russia e dell’Ucraina, al Cuore immacolato di Maria», anche al fine di «invocare la pace», secondo le indicazioni date dalla Madonna ai tre pastorelli di Fatima.

Fatima: la cappella delle apparizioni.

Consapevoli che «vuole essere un gesto della Chiesa universale, che in questo momento drammatico porta a Dio, attraverso la Madre sua e nostra, il grido di dolore di quanti soffrono e implorano la fine della violenza, e affida l’avvenire dell’umanità alla Regina della pace», i frati, la comunità dei credenti di San Giovanni Rotondo e i devoti di Padre Pio pregheranno insieme al Pontefice, mediante dei maxi schermi collocati in chiesa, reciteranno con lui l’Atto di consacrazione e, subito dopo, concelebreranno una santa Messa che sarà presieduta da fr. Maurizio Placentino, ministro provinciale della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio. 

Fr. Maurizio Placentino.

La Celebrazione della Penitenza, con l’Atto di consacrazione dell’umanità al Cuore immacolato di Maria, e la successiva Concelebrazione Eucaristica saranno trasmesse in diretta sul canale televisivo nazionale Padre Pio Tv (numeri 145 del digitale terrestre, 445 di TivùSat, 852 di Sky).

San Giovanni Rotondo, 24 marzo 2022