Famiglia: affrontare la crisi senza steccati ideologici

“Ormai la crisi delle famiglie preoccupa anche l’area dei non credenti, e -tranne alcuni casi in cui ancora si usano toni estremisti- da ogni parte si alza la soglia di attenzione e sensibilità per le gravi conseguenze dell’aumento del numero dei divorzi”. Quella di Ciro Intino, intervenuto da Roma per il Forum delle famiglie nel corso de “La cultura di Arlecchino”, è una delle voci degli avvocati impegnati, oltre che nella professione chiamata in causa da Giovanni Paolo II nel recente discorso in occasione dell’apertura dell’anno giudiziario in Vaticano, anche nella rappresentanza, in ambito sociale ed associativo, dei valori cristiani.

Tra gli operatori giuridici del direttivo del Forum delle associazioni familiari, anche il responsabile della Puglia, l’avvocato tarantino Giuseppe Barbaro, ha commentato ai microfoni di Radio Padre Pio le parole del papa, affermando tra l’altro che “da molti anni il Forum pone in primo piano la necessità e l’importanza dei temi della famiglia” e che “la professione di avvocato va svolta nel rispetto dei propri principi morali, oltreché della legge”.
L’avvocato Andrea Speciale infine, membro della direzione del Forum e dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani, ha sottolineato la necessitàche i mezzi di comunicazione nel facciano “passare”, a proposito di famiglia e soprattutto di figli ancora minorenni, non soltanto gli episodi di cronaca nera, ma anche le proposte e le azioni concrete attuate dalle associazioni ed in genere da coloro che costruiscono giorno per giorno un clima più favorevole ai valori familiari. (MPP)