Il grazie ai frati cappuccini del vescovo di San Luis

È terminato poco fa il funerale di Mons. Juan Rodolfo Laise, vescovo emerito di San Luis, in Argentina. La Santa Messa, trasmessa in diretta su Padre Pio TV, è stata presieduta da Mons. Franco Moscone che durante l’omelia ha ricordato il Vescovo argentino.

“Ha ricevuto sette chiamate: alla nascita, cioè alla somiglianza con Dio; la seconda è il Battesimo con cui è diventato figlio di Dio; la terza è la chiamata alla vita consacrata, che lo ha fatto diventare figlio di Francesco; la quarta è al sacerdozio ministeriale che gli ha permesso di agire in persona Christi; quella a vescovo, che lo ha reso successore degli apostoli per 30 anni; la sesta chiamata è stata a fare il confessore per tanti anni, come Padre Pio, divenendo il pastore che perdona e rimette i peccati; la settima è stata la chiamata alla vita eterna, a cui si è preparato con l’umiltà che lo ha fatto considerare fino alla fine “un servo inutile”. Ed è questa settima vocazione che illumina tutte le altre”.

Il sito internet www.teleradiopadrepio.it ha registrato numerosi accessi dal Sud America in particolare dall’Argentina.

Il Guardiano fra Carlo Laborde ha annunciato di aver ricevuto un messaggio dell’attuale vescovo di San Luis, retta da Mons. Pedro Daniel Martinez, che ha seguito la Messa in diretta su Padre Pio Tv e che ringrazia i frati cappuccini e tutti coloro che hanno assistito mons. Laise nel periodo della sua infermità.