L’arcivescovo augura buona Pasqua utilizzando le parole di Papa Francesco

S. Ecc. Mons. Michele Castoro arcivescovo di Manfredonia Vieste San Giovanni Rotondo attraverso Padre Pio Tv ha esteso i suoi auguri a tutti i devoti di Padre Pio sparsi nel mondo.

Preghiera, Piccolezza e SapienzaL’arcivescovo ha usato le parole chiave donateci da Papa Francesco lo scorso 17 marzo per augurare a tutti i telespettatori dell’emittente dei Frati Cappuccini confratelli di Padre Pio gli auguri di una buona e santa Pasqua. E’ ancora viva nel nostro cuore la gioia e l’emozione per la visita di Papa Francesco nei luoghi di San Pio da Pietrelcina” – ha detto Mons Castoro nel video messaggio. “Una visita che ha onorato non solo la figura di Padre Pio ma anche tutti noi devoti di questo grande santo del Gargano e soprattutto i gruppi di preghiera di Padre Pio che il Papa ha voluto citare nella sua omelia”

Il video messaggio

“La preghiera non è solo il momento a cui chiedere al Signore delle grazie ma la deve essere un filo continuo che ci mantiene legati a Dio, come diceva Padre Pio: “la preghiera è quella forza che attraversa le nuvole e raggiunge il cuore di Dio”. Il Papa ci ha invitato a pregare ad adorare a fare preghiere di lode prima ancora di richiesta. Ricordiamo la bella frase di Padre Pio che diceva “Io non sono uno che fa miracoli sono uno un umile frate che prega e co credo che sia” costante della vita dei devoti di Padre Pio 

Piccolezza: l’attenzione ai piccoli. Per noi i piccoli sono tutti quelli che ci stanno accanto. Il papa ha definito i piccoli tutti coloro che hanno bisogno dei grandi. A noi grandi il compito di dare testimonianza di fede alle nuove generazioni, ai nostri giovani. Noi, figli di Padre Pio, sappiamo quanto sia importante oggi trasmettere con convinzione i valori del Vangelo alle nuove generazioni dando attenzione a chi ci sta attorno. Dare “attenzione in senso positivo”. Coinvolgerli nelle nostre iniziative “a sentire il profumo della vita bella del Vangelo così come la testimonianza di Padre Pio”-

Sapienza: saper scorgere “dagli eventi della vita i segni della presenza di Dio”. L’unica arma sapiente e invincibile è la carità animata dalla fede, perché ha il potere di disarmare le forze del male.

Al termine del messaggio Mons. Castoro si è rivolto a tutti i devoti di Padre Pio augurando a tutti di saper “scorgere la presenza e i segni luminosi di Cristo Risorto nei momenti della sofferenza, della prova e della gioia. Auguri a tutti una buona e santa Pasqua