Affari umanitari: il prof. Giuseppe Burgio dissente da Berlusconi

“I diritti dell’uomo vanno posti allo stesso livello degli affari di Stato, cioè al primo”.
E’ l’appello che da Belgrado -in diretta su Radio Padre Pio, durante un’intervista realizzata da Maria Pia Picciafuoco- il prof. Giuseppe Burgio, direttore del Centro di ricerca dell’Università La Sapienza di Roma, ha lanciato in occasione della visita di Stato nella Federazione Iugoslava del presidente Ciampi.
Alla domanda se condivide la linea espressa di recente dal presidente del consiglio Berlusconi sul ruolo della diplomazia, il prof.Burgio ha risposto di essere “in completo disaccordo sulle linee economicistiche” e che “gli affari umanitari entrano a pieno titolo all’interno della politica dei vari Stati”.

“Laddove ci sia sofferenza per l’uomo -ha inoltre aggiunto il direttore di EuroSapienza, che ha appena attivato un master in – gli Stati devono intervenire con aiuti umanitari, senza guardare ai risvolti di ritorno economico che vi possono essere”.