A colloquio con fr. Marciano Morra

Nella solennità del Santo Natale, il programma quotidiano “Di Giorno in giorno”, in onda su Tele Padre Pio dal lunedì al sabato, si è arricchito di una presenza in più: quella di fr. Marciano Morra, segretario generale dei Gruppi di Preghiera. Con la semplicità e la schiettezza che lo contraddistingue, il confratello di Padre Pio si è intrattenuto in studio, rispondendo inoltre alle numerose telefonate dei telespettatori.
«Da piccoli eravamo felici perché a Natale non si andava a scuola – ha detto scherzando fr. Marciano – e oggi mi piacerebbe se fosse Natale tutti i giorni perché la gente per strada si stringe la mano, si ferma a parlare, ci si scambia gli auguri, si è felici. Dovremmo sforzarci di festeggiare il Natale ogni giorno».
E poi riferendosi al Natale vissuto a Pietrelcina dalla famiglia del piccolo Francesco Forgione, fr. Marciano ha raccontato: «La notte di Natale ci si metteva intorno al camino dove, come un rito, il capo di casa metteva il ceppo nel focolare e con tutta la famiglia recitava le preghiere; poi, il più piccolo dei figli collocava il Bambino nel presepio. Dopo la cena si giocava a tombola, si sgranocchiavano castagne e ceci abbrustoliti e dolcetti preparati da mamma Peppa».
 «Auguro a tutti i telespettatori di trascorrere un sereno e gioioso Natale» ha concluso fr. Marciano Morra