Assisi 10 ottobre 2020

Lettera apostolica di Papa Francesco

Noi accogliendo il desiderio del nostro fratello Domenico Sorrentino, Arcivescovo vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, di molti altri fratelli nell’episcopato e di molti fedeli, dopo aver avuto il parere della Congregazione delle Cause dei Santi, con la nostra Autorità Apostolica concediamo perché il venerabile servo di Dio Carlo Acuti laico che con l’entusiasmo della giovinezza coltivò l’amicizia con Gesù mettendo l’Eucaristia e la testimonianza della carità al centro della propria vita d’ora in poi sia chiamato beato e che sia celebrato ogni anno, nei luoghi e secondo le regole stabilite dal diritto il 12 ottobre, giorno della sua nascita al cielo.

Papa Francesco