A San Giovanni Rotondo i Francescani italiani si lasciano provocare da Papa Francesco

 

Comincia domani mattina, a San Giovanni Rotondo, la XXXVIII Assemblea generale dell’Unione delle Conferenze dei Ministri Provinciali della Famiglia Francescana d’Italia. I lavori, che si svolgeranno presso il Centro di accoglienza “Approdo”, avranno per tema: “Provocati alla coerenza… Papa Francesco ci interpella”. «Con l’elezione di Papa Francesco a Successore di Pietro – spiega una nota degli organizzatori – i Ministri Provinciali Francescani d’Italia si confrontano per riflettere, in questo momento storico della Chiesa, sulla responsabilità di condividere nell’unico nome, Francesco d’Assisi e Papa Francesco, il cammino del nostro Fondatore e la Sua fedeltà al “signor Papa”». «Dopo otto secoli di francescanesimo vissuto nelle sue multiformi espressioni – si legge ancora nelle motivazioni dell’iniziativa – il nome assunto da Papa Bergoglio interroga la nostra sequela e la nostra coerenza, memori del “Va e ripara…” sempre attuale e impegnativo». Per questo i 55 Ministri Provinciali d’Italia (Frati Minori, Conventuali, Cappuccini e Terz’Ordine Regolare) si riuniscono con l’obiettivo di trarre, dalle relazioni e dallo scambio delle reciproche esperienze, l’opportunità di «riscoprire e valorizzare quanto Papa Francesco sta attuando nella nuova stagione della Chiesa, attraverso gesti e segni francescanamente incarnati, sull’esempio di Cristo crocifisso, povero e umile». L’Assemblea di domani è preceduta, oggi pomeriggio, da una cerimonia di accoglienza. Dopo il saluto del presidente di turno dell’Unione delle Conferenze dei Ministri Provinciali, il cappuccino fr. Francesco Colacelli, e del rappresentante dei Ministri Provinciali di Puglia, il conventuale fr. Michele Pellegrini, il segretario dell’Unione, fr. Paolo Fiasconaro, presenta ai convenuti il programma della settimana. La serata si conclude con la recita comunitaria del Vespro, presieduto da fr. Alfonso Polimena, ministro provinciale dei Frati Minori di Lecce. Domani mattina, dopo una visita guidata ai mosaici della rampa e della chiesa inferiore di San Pio con l’autore, padre Marko Ivan Rupnik, è prevista la prima relazione sul tema generale dell’Assemblea, che sarà tenuta da fr. Giacomo Bini, ministro generale emerito dell’Ordine dei Frati Minori. La seconda relazione, programmata nel pomeriggio di domani, sarà tenuta dal prof. Marco Bartoli, docente di Storia Medioevale presso l’Università LUMSA ed esperto di studi francescani e clariani, che parlerà sul tema: “Va’ e ripara… Essere francescani nella Chiesa di Papa Francesco”. La convention si concluderà venerdì mattina con l’assemblea generale sulla vita dell’Unione. Seguirà, nel pomeriggio, l’assemblea generale del Movimento Francescano Italiano.