Chiara Bertoglio, pianista e musicologa, nel suo ultimo libro “Inni alla gioia” (Effatà editrice), racconta diverse storie di vita, in cui la musica è portatrice di speranza in contesti difficili, crea ponti, è strumento per lodare Dio e consolidare e costruire relazioni autentiche. Tante storie, numerosi protagonisti, un unico inno alla gioia.

«Il libro nasce grazie ad una collaborazione con il quotidiano “Avvenire” – racconta Chiara – grazie al quale ho raccolto storie in cui la musica è stata capace di far emergere l’umanità. Ho conosciuto musicisti, progetti e realtà che mi hanno emozionata e commossa. Persone che credono nella forza della musica per far emergere il bello della vita in tutte le sue forme. Racconto della musica come oggetto e strumento di educazione, come possibilità di riscatto nelle favelas sudamericane o le baraccopoli africane».

Un libro che racchiude tante esperienze di vita in cui la musica fa capolino e diventa portatrice di speranza e bellezza; costruisce la pace in realtà difficili; afferma la dignità di ciascun essere umano; la musica che crea e rende più forti e autentici i legami tra esseri umani.

«Come in un’orchestra – conclude Chiara Bertoglio – tutte queste voci si uniscono, dando vita ad una splendida sinfonia; e dall’ascolto di questi messaggi, che spesso nascono da situazioni difficili e dolorose, sbocciano trascinanti inni alla gioia».